Alla scoperta di… Milano

milano-duomodimilano01

Milano, informazioni generali

Milano, la città della moda e la città dei grandi eventi, quella che non dorme mai e che permette di vivere un’atmosfera molto particolare sempre al passo con i tempi oppure con la tecnologia. E’ la città nella città, dove ogni quartiere ha una sua storia che va rispettata e vissuta fino in fondo per capire quali sono le radici di tutti i milanesi.

Dal centro cittadino dove la sfilata tra i negozi di via Monte Napoleone permette di assaporare le bellezze e gli spazi di una ricchezza senza tempo, al di sopra di ogni possibilità dei comuni mortali. Dalle meraviglie dei mercati metropolitani e dai numerosi mercatini che si trovano nei quartieri di ogni lato della città.

C’è poi piazza del Duomo, con le sue meraviglie e le guglie che tendono al cielo con lo sguardo sempre attento di Sant’Ambrogio e la Madonnina che osserva la città, di cui sono patroni sotto ogni aspetto.
C’è la Milano economica che guarda ai grandi palazzoni ed uffici, il mondo che ruota intorno al Pirellone e alle torri delle banche, che sono il cuore pulsante economico-finanziario della capitale del Nord. C’è anche la Milano della moda, quella sua anima sempre trendy alla ricerca del glam e della bellezza nell’armonia delle forme ma anche nell’eccesso e nella particolarità di ogni stile.

La Milano della storia che si racconta nelle cattedrali e nelle chiese cittadine, oppure, la Milano dei musei e quella dell’arte. La città del Teatro della Scala, con le sue rappresentazioni, che nel corso degli anni, hanno incantato principi, re e signori.

C’è anche la Milano del traffico e dello smog e quella delle palazzine popolari e rioni che devono essere riqualificati. C’è la Milano, inoltre, della movida e delle passeggiate lungo i Navigli, sia di giorno che di notte alla scoperta dei localini e di ristoranti in cui, si assaggia la cucina di ogni parte del mondo pensando però fedele a quello che è il made in Italy.

Milano storicamente è una città che ha dimostrato il suo valore nell’arco degli anni e che ha sempre occupato culturalmente un ruolo principale. Numerose le dinastie che si sono succedute dall’epoca rinascimentale ad oggi. Grandi eventi e capitale a pari merito con Roma della televisione italiana: Milano, città della scoperta, va assaporata in tutti i suoi aspetti e deve essere sempre considerata come una città in cantiere in quanto giorno dopo giorno cambia grazie ai numerosi progetti finanziati dallo Stato oppure dell’Unione Europea, che sta intercettando proprio per dare un nuovo volto a sé stessa per rivalutarsi come meta italiana.

1280px-fierarhomilano1

2- Milano, dove andare

Quando sei in visita a Milano, oltre a girare tra le vie del centro e cercare di assaporare la città da ogni sospetto sia artistico e culturale, ma anche semplicemente passeggiando per i negozi, ci sono molti luoghi, in particolare, che fanno la differenza e che soprattutto riescono a regalare delle emozioni uniche nel proprio genere. Sono tanti i posti che chi visita Milano, sia per la prima volta, che anche per altre e successive, non può perdersi.

Per gli appassionati di arte, Milano non delude in quanto è possibile ammirare il Cenacolo dipinto da Leonardo da Vinci che si trova nel refettorio di Santa Maria delle Grazie, una delle mete più importanti da vedere in questa grande città oltre al Duomo che deve essere visitato in maniera tassativa per chi vuole davvero scoprire la città.

Ci sono inoltre degli angoli nascosti di Milano che devono essere svelati, come ad esempio i Navigli, che sono arricchiti di bar e locali belli da vivere sia conun’atmosfera romantica e vivace, ma anche passeggiando semplicemente al tramonto per assaporarne la ricchezza.

Tra le zone da visitare, resta molto suggestivo, ad esempio, il vicolo lavandai che si trova nella zona di Navigli e riscopre quella che era un’usanza tipica degli anni ’50, dove le donne si ricavano per lavare i panni in questo angolo cittadino che viene ancora conservato proprio memoria di quella che è la storia di Milano.
Immancabile una visita al Castello Sforzesco di Milano, che fu costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, uno dei castelli più grandi d’Europa famosi per la sua storia e la sua ricchezza.

È necessario ritornare a visitare meglio la cattedrale dedicata a Santa Maria Nascente che si trova nella piazza al centro della grande metropoli italiana. La Chiesa poi, è la terza mondo dopo quella di Siviglia e San Pietro in Vaticano, per grandezza ed è sede della parrocchia di Santa Tecla.

Una passeggiata all’insegna dell’arte e della bellezza non può mancare anche, per esempio, visitando le Colonne di San Lorenzo che si trovano di fronte alla Basilica del Santo e sono anche un luogo in cui di sera, la movida viene vissuta tra semplicità e bellezza.

Immancabile poi la Pinacoteca di Brera, dove si trovano le opere d’arte di grandissimo rilievo come ad esempio “Il bacio”, celebre dipinto di Hayez. Nella Pinacoteca di Brera si può scoprire la vera arte italiana e non solo, con opere di spessore e di un’importanza internazionale.

C’è anche la Galleria Vittorio Emanuele II, che deve essere visitata senza dimenticare di appoggiare il piede in un punto specifico del Toro disegnato in mosaico per terra, in modo tale da garantirsi la fortuna.

Non deve mancare una passeggiata nella Loggia dei Mercanti anche per sperimentare il fenomeno acustico delle colonne della Loggia. Sempre a Milano c’è il Parco Sempione e il suo fantastico Arco della Pace, ma anche la chiesa di San Satiro, con le sue illusioni ottiche che rendono tutto più spettacolare.

Resta anche nella top ten delle cose da fare a Milano, la visita al cimitero monumentale, detto anche museo a cielo aperto, in cui si respira l’arte dark. Tantissimi poesie dei musei e le mostre temporanee da visitare mentre invece se si vuole vivere da Milano della moda e immancabile la passeggiata in via Monte Napoleone dove il lusso si respira di vetrine in vetrina.

milano-galleria-vittorio-emanuele-ii

3 – Milano, cosa fare

Se devi scegliere cosa fare a Milano, sicuramente avrai l’imbarazzo della scelta in quanto comunque le possibilità sono tantissime e per tutti i gusti, per tutte l’età. Dai parchi gioco per i bambini alla movida più sfrenata per i teenager ,ma anche per i giovani under 30: ognuno ha la sua occasione nella città che non dorme mai.

Milano è la città del cibo ed in particolare bisogna assaggiare necessariamente, per chi si reca a Milano, la cotoletta tipica alla milanese, oppure il fantastico panettone che è un vero e proprio cult per questa città insieme ai fantastici aperitivi ed happy hour, che sono diventati una tradizione per per molti locali Milanesi.

Per gli appassionati di calcio, non può sfuggire di una visita allo stadio San Siro, famoso in tutta Italia soprattutto per la sua grandezza e maestosità, ma sarebbe bello, ad esempio, riuscire a partecipare ad un derby tra Milan ed Inter che ovviamente garantirebbe emozioni uniche e senza tempo.

Un’altra cosa da fare a Milano è quella di visitare i luoghi principali dell’arte, della cultura, della città per poi rilassarsi al Parco Sempione e stendersi sui prati.

È molto bello anche uscire a fare una passeggiata nelle bancarelle della fiera di Senigallia, è un bel mercatino vintage che tra sabato e domenica arricchisce di colori, di bellezza e di pezzi di ogni genere e creatività le strade.

Cosa da fare assolutamente a Milano è anche quella di recarsi al cinema Mexico dove c’è una particolare animazione e riesce anche a donarei emozioni particolari con la visione del celebre film di “Rocky Horror Picture Show”. Tra le altre cose, Milano si caratterizza anche per le mostre ed i musei che ospita come ad esempio, “La Triennale”, che è un museo di arte contemporanea in cui si trovano convegni di ogni genere e anche opere molto particolari che vengono esposte tra riconosciuti artigiani ed emergenti artisti. Bellezze che garantiscono un’esperienza di emozione unica a passeggio tra innovazione e cultura.

Un’altra cosa particolare da fare a Milano, è vivere la parte economica, passeggiando nella zona futurista di Garibaldi, che è stata realizzata in occasione dell’Expo 2015 e fare in modo quindi di osservare dall’alto tutto lo skyline cittadino e viverne l’essenza economico-finanziaria.

Le passeggiate artistiche e le visite nei palazzi storici, oppure nelle mostre, i musei come la Pinacoteca di Brera, il Duomo, le chiese, il cimitero monumentale, la galleria Vittorio Emanuele II e la magia senza tempo e senza orari dei Navigli: ecco cosa bisogna fare a Milano.

14133669368_8ca87ce6f2_b

4 – Milano, informazioni pratiche

Per visitare Milano bisogna tenere in conto una serie di informazioni pratiche che possono garantire una visita più piacevole e più bella per chi decide di di vivere ogni aspetto della mitica città che non dorme mai.

Milano per la maggior parte del tempo, nel corso dell’anno ha un clima molto buono che non è mai né troppo freddo né troppo caldo, ma è evidente che in estate l’aria può essere particolarmente calda perché colpita da una forte afa. Nel mese di agosto la città si svuota e quindi è sempre preferibile non andare a visitarla perché comunque se ne vivrebbe solo una parte di questa splendida metropoli.

I documenti richiesti per visitare Milano per i cittadini dell’Unione Europea sono semplicemente il passaporto oppure la carta d’identità, ma per estare in città e quindi trovarsi un lavoro, bisogna registrarsi in Questura, chiedere la residenza e quindi ottenere un permesso di soggiorno invece per i cittadini di paesi come USA, Canada, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Israele, Giappone, Svizzera si può restare in città fino a un massimo di tre mesi come turisti, se si resta per studiare, allora bisogna avere un visto di studio che può essere ottenuto dall’ambasciata oppure dal Consolato di provenienza.

Per arrivare a Milano devo scegliere di arrivare attraverso i due aeroporti che sono quello di Malpensa, oppure quello di Linate che più vicino al centro cittadino mentre invece di arrivare in treno sono tantissimi i collegamenti ferroviari con tutte le destinazioni italiane: si trova la stazione centrale, oltre alla stazione nord e quella di Porta Garibaldi. Inoltre è possibile anche arrivare attraverso dei mezzi ovvero l’autostrada. Stesso discorso vale anche per gli autobus, fermate al centro cittadino uno dei principali punti di snodo che è quello di piazza Freud. Per orientarsi a Milano inoltre, è possibile usufruire della fitta rete di trasporti pubblici locali ed in particolar modo della stazione metropolitana milanese oltre che dai mezzi coordinate dalla Atm.

Molto utile anche spostarsi attraverso i taxi che devono essere sempre prenotati a telefono, mentre invece è poco consigliabile utilizzare le auto perché Milano è sempre molto trafficata e quindi magari è preferibile utilizzare la bicicletta che può essere anche affittata per pochi soldi al giorno.

Ci sono tantissime aree che devono essere valutate e visitate, in particolare quella di Brera, che si trova a nord del Duomo e che presenta molte particolarità ed è famosa per lo shopping per la moda e poi c’è ovviamente quella dei Navigli che è poi la zona invece più suggestiva della città.

Inoltre a Milano ci sono tantissimi locali gay-friendly, mentre invece la città presenta delle difficoltà per quanto riguarda le barriere architettoniche, di conseguenza non è molto facile gestirla per i diversamente abili che se hanno bisogno di sostegno possono contattare l’ufficio informazioni turistiche di via Marconi “Milano info tourist” oppure il sito Milano per tutti.

navigli_di_milano_naviglio_grande_a_gaggiano01