Alla scoperta di… Verona

veronaarena

1 – Verona, informazioni generali

Verona è la città del Veneto insieme a Venezia, universalmente riconosciuta come la città dell’amore in quanto scenario della nota storia d’amore finita in tragedia tra Romeo e Giulietta, scritta da William Shakespeare e famosa in tutto il mondo.
La città di Verona è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, sia per la sua architettura che per la sua conformazione urbana ed è una delle città più popolose della Regione del Veneto.
Verona sorge sulle rive del fiume Adige, è caratterizzata da un clima continentale, quasi sempre sereno anche se sono molto frequenti i banchi di nebbia che rendono un po’ difficile la visita di questa città nei periodi della stagione intermedie. Fondata ed abitata fin dal Neolitico, Verona è in tutta la Regione, conosciuta perchè ricca di storia e di bellezza tanto che tra la cultura medievale e quella moderna, la città è stata abitata da diversi dinastie che hanno lasciato un segno indelebile nel suo cuore e nel suo patrimonio artistico.
La città è abbracciata da due opere murarie che distinguono la parte romana, da quella moderna. Ci sono Porta Borsari, Porta Leone e le mura di Gallieno, da un lato mentre invece la circonvallazione interna si trova dal lato opposto. Caratterizzata dal simbolo della Scala Verona ha come stemma cosiddetto scaligero che va a richiamare la sua cultura.
Tra i monumenti di maggiore interesse c’è il teatro romano del I secolo avanti Cristo, e le sue porte già citate. Visibile dall’epoca romana il Ponte Pietra mentre invece in piazza Erbe è possibile ancora vedere i resti del Foro Romano.
Il monumento maggiormente rappresentativo è l’Arena di Verona che si trova in piazza Bra di Verona, ed accanto a destra padroneggiano il Palazzo della Gran Guardia e Palazzo Barbieri. Da non perdere, piazza Dante che è bella da attraversare, vivere e una volta superato il ponte pietr,a si può raggiungere il Museo Archeologico, altra importante pietra miliare della città.
Impossibile non nominare Castelvecchio, con le sue mura rosso mattone, è stato realizzato dei signori di Verona, i della Scala o Scaligeri che hanno rappresentato questo ponte che attraversa l’Adige ed è caratterizzato della struttura merlata. In quest’area si trova anche il Museo Civico di Castelvecchio. Appartengono all’epoca medievale di Verona, la Basilica di San Zeno ed anche il Duomo, mentre invece nell’ epoca scaligera sono nata in moltissime Costruzioni e ci sono state le più grandi rivoluzioni da un punto di vista urbanistico oltre del ponte di Castelvecchio è stato anche realizzato il Palazzo del Podestà e numerose chiese e palazzi.
Nell’era di dominazione veneziana sono state realizzate La Porta Nuova, l’ingresso della città e la Porta San Zeno. Verona inoltre è stata arricchita del palazzo Canossa, palazzo Pompei, palazzo Bevilacqua, palazzo della torre, tutti in stile neoclassico e molto belli e ricchi, raffinati richiamando alcuni che sono i simboli tipici di Venezia, come ad esempio il leone di San Marco, che si trova su una colonna in piazza delle Erbe.
Di epoca austriaca, invece, la piazza Bra oltre al Palazzo della Gran Guardia e Palazzo Barbieri, mentre nel 1846 fu inaugurato il Teatro Nuovo.
In epoca moderna è stata realizzata la casa di Giulietta, ovvero quella che si pensa essere la casa di riferimento della storia d’amore più famosa al mondo ed è diventato un’attrazione turistica, così come la tomba di Giulietta.
Da non perdere anche il Giardino Giusti, che è uno dei più belli d’Italia ed abbellisce il palazzo Giusti.

2 – Verona, cosa vedere

Chi trascorre del tempo a Verona deve chiedersi quali sono le sue priorità in quanto comunque è una città che nasconde numerose opere d’arte ed elementi architettonici che vale la pena visitare tutti senza lasciarsi nulla alle spalle.
Gli amanti della letteratura non possono non visitare la Casa di Giulietta e magari passare sulla tomba della donna che fece innamorare Romeo e divenne, insieme a lui, la protagonista di una delle più grandi tragedie della storia della letteratura mondiale. Ma Verona è anche capitale di arte e cultura con le sue innumerevoli piazze e le basiliche, oltre i palazzi che rappresentano le civiltà e popoli che l’hanno nominata nel corso degli anni a partire dall’età romana.
In piazza delle Erbe, è possibile ammirare i mercatini di Natale oppure vivere la movida cittadina osservando i simboli del carattere veneziano e quelli architettonici tipici di quell’area.
C’è poi piazza Bra, dov’è possibile ammirare oltre agli edifici civili, anche l’Arena di Verona, con le sue bellezze e gli spettacoli che caratterizzano le estati e la primavera di questa bellissima città. Il ponte di Castelvecchio è un’altra delle opere da non perdere e che fa assaporare tutti i segreti e le bellezze dell’era Scaligera, dei signori della Scala della città di Verona, con i suoi caratteristici colori.
La vera ricchezza di Verona resta infatti il centro storico, dove è possibile vedere in ogni scorcio una parte dell’anima culturale di questa fantastica città. Una delle cose principali da non perdere in una bella e completa visita a Verona, è la Basilica di San Zeno maggiore che è assolutamente bellissima e maestosa con le sue preziose opere d’arte.
Per avere una visuale ed un panorama molto bello del centro storico, è possibile recarsi a piazzale di Castel San Pietro, che si trova particolarmente angolata, rispetto alla città e quindi permette di avere una visuale dalla parte alta da dove è possibile scorgere il fiume Adige e parte di Verona in uno scenario bellissimo e senza eguali. Una sensazione unica. Un’altra chiesa molto importante è la chiesa di Sant’Anastasia che merita sicuramente di essere vista e seguita anche con l’aiuto di visite guidate.
Non bisogna mai essere stanchi di camminare per le strade del centro cittadino, lasciando aperta la possibilità di vivere la città più tempo può perdersi anche in particolare tour che permettono di scoprire altri punti di vista della città di Verona. Tra monumenti e bellezze architettoniche, Verona può essere visitata in numerosi modi e scegliendo di approfondire la parte artistica oppure quella monumentale. Una bellezza senza tempo e senza precedenti che vale la pena anche valorizzare. Non esiste una città così completa da un punto di vista artistico ed architettonico.

verona_italy_piazza_bra_from_arena_dsc08039

3 -Verona, cosa fare

A differenza di quello che spesso viene sostenuto dai più amanti della movida, a Verona non ci si annoia mai: infatti questa città, comunque, offre opportunità sia da un punto di vista dell’arte e della cultura, ma anche dal punto di vista dei parchi dei divertimenti, oltre che dello Sport, della natura e del relax e comunque, non mancano in un’area molto importante che è quella della città veneta.
Verona infatti è una terra ricca di storia dove il passato ha lasciato una traccia indelebile che viene vista giorno dopo giorno e chiunque può visitarla. Le passeggiate nei luoghi sacri oppure quelle tra musei e monumenti non possono mancare.
Chi ad esempio va a visitare ville e palazzi dei signori della Scala, deve seguire i percorsi, ricostruirne le parti storiche, riscoprendo gli antichi borghi.
A Verona chi si reca nella casa di Giulietta, deve anche rigorosamente giurarsi amore eterno dal balcone della donna che fece innamorare Romeo. La tradizione vuole che toccando il seno della statua di Giulietta, allora si sarà fortunati in amore. Questo vale soprattutto per i maschi single e che si reputano sfortunati in quel campo.
Chi si reca a Venezia, inoltre, deve assolutamente visitare il simbolo della città che è l’Arena di Verona che un tempo ospitava gli spettacoli dei gladiatori ed era il quarto teatro italiano dopo il Colosseo di Roma, quello di Capua e quello di Milano.
La visita alla chiesa di San Zeno maggiore è un’altra cosa da fare assolutamente nella città senza tempo e vale la pena soprattutto ammirare nelle sculture e dipinti. Un’altra piazza di Verona che ha un sapore magico ed unico nel suo genere è piazza delle Erbe che rappresenta un colorato mercato in cui si trovano edifici e monumenti storici ed anche numerosi mercatini che ne danno un sapore molto particolare. Molto spesso questa piazza è famosa per i suoi aperitivi serali e anche perché ospita il Palazzo del Comune, la Torre dei Lamberti, la casa dei giudici e le case dei Mazzanti, oltre al barocco palazzo Maffei, oppure alla bellissima casa dei mercanti. All’interno della piazza è possibile ammirare la fontana Madonna Verona. Una delle cose da fare a Verona poi è quella di attraversare i suoi ponti come quello di pietra, oppure il ponte scaligero di fronte a Castelvecchio. Una delle piazze più rappresentative da visitare assolutamente a Verona è piazza dei Signori e Archi Scaligeri: infatti quando si entra in piazza dall’Arco della costa, ci si trova subito nei pressi della Domus Nova, e quindi proseguendo, è possibile ammirare il palazzo degli Scaligeri oltre a quello del Capitanio ed il Palazzo della Ragione. La piazza forse è più rappresentativa della città è Piazza Bra, il preludio dell’Arena di Verona ed è caratterizzata da numerosi palazzi storici sede di mostre ed eventi ma anche dallo stesso Municipio nonché dalla parte movimentata e vissuta da un punto di vista culinario.
Castelvecchio, poi mantiene il suo fascino nonostante episodi altalenanti che lo hanno caratterizzato, ma ovviamente, è sempre un simbolo della città insieme al ponte scaligero caratterizzato dagli archi di grandezza differente.
A Verona non bisogna disegnare la buona cucina e in particolare assaggiare il manzo bollito in salsa di pane con formaggio, detto “pearà”, una ricetta molto famosa e apprezzata, così come lo stufato di carne equina, detto “pastisada de caval”. Ovviamente Verona è famosa per la produzione di vini e per il mitico Pandoro conosciuto in tutta Italia e apprezzato per il tuo sapore soffice e burroso che richiama l’antica tradizione pasticcera Veronese.

mirador_verona

4 – Verona, informazioni pratiche

Per visitare senza troppi problemi la città di Verona è meglio cercare dei validi alleati, come ad esempio, una mappa della città ed una guida che seia in grado di svelare tutte le strade e i punti di riferimento di Verona.
La prima cosa da sapere è che per visitare Verona, è necessario il passaporto oppure la carta d’identità per i cittadini dell’Unione Europea mentre invece, chi deve restare per un periodo limitato e non appartiene all’Unione Europea ha bisogno di un visto lavoro oppure uno come studente che può essere richiesto presso l’ambasciata di riferimento. Questo vale dopo i tre mesi turistici.
Non c’è un periodo dell’anno migliore rispetto ad un altro, per visitare Verona: in realtà il clima è sempre piuttosto mite e soleggiato, ma non è mai rovente ed inoltre molto spesso si preferisce visitare questa città nel periodo estivo in quanto tra luglio ed agosto, si svolge il Festival operistico di Verona, in cui nell’arena ci sono diverse rappresentazioni che vale sicuramente la pena di vivere.
Anche a San Valentino, la città di Verona è molto ricercata in quanto è proprio famosa perché città dell’amore e scenario della storia più travagliata e tragica di sempre. Molto vicina anche al Lago di Garda, Verona può essere visitata anche come snodo per altre città ed è ben collegata per tutto il resto d’Italia in quanto centrale come posizione rispetto ad altre aree.
Verona può essere anche raggiunta in treno grazie all’alta velocità ed è collegata con le stazioni di Milano di Firenze di Roma e di Modena oltre con collegamenti dalla Svizzera, l’Austria e la Germania.
A Verona è anche possibile avere come riferimento all’aeroporto di Verona Villafranca, dove si trovano poi collegamenti con il centro città e dove è possibile partire per numerose capitali europee.
Ovviamente è anche facile utilizzare l’autobus per raggiungere Venezia dove la fermata si trova proprio alla stazione ferroviaria di Porta Nuova mentre invece se si raggiunge con l’automobile, a Verona ci sono numerosi parcheggi che potrebbero fare al proprio caso in quanto comunque poi, all’interno della città è bene muoversi a piedi oppure con i trasporti locali o autobus pubblici.
È sconsigliato invece muoversi in taxi in quanto comunque si tratta di mezzi abbastanza costosi e che non è facile trovare se non chiamandoli telefonicamente. Sconsigliata l’auto anche perchè il centro di Verona è chiuso al traffico ed è possibile visitare quindi la città a piedi oppure usando semplicemente dei mezzi pubblici che sono facilmente gestibili grazie alla fitta rete di informazioni garantita dalla società che gestisce il servizio.

verona_view_night_2009